Tra false-flags e bombe vere

Tra false-flags e bombe vere

a cura di Filippo Fortunato Pilato, da TerraSantaLibera.org


come era prevedibile ed avevamo già detto (link)

mentre un’auto-bomba (link), che puzza di Mossad lontano un miglio, esplode a casaccio nel traffico di Gerusalemme, aerei caccia della colonia israelita attaccano seminando morte e distruzione nei territori palestinesi assediati. Ma non basta:

ieri pomeriggio carri armati israeliani hanno bombardato nei pressi di una casa ad est di Gaza city: 5 civili uccisi, 10 feriti. 3 bambini ammazzati. Stavano giocando a calcio. I loro nomi sono: Muhammad Jihad Al-Hilu, 11 – Yasser Ahed Al-Hilu, 16 – Muhammad Saber Harara, 20 – Yasser Hamer Al-Hilu, 50 – e un quinto cadavere di un adolescente non ancora identificato.

Ovviamente, nessuna delle marionette che attualmente si diverte a fare il tiro al bersaglio sulla Libia chiede una No-Fly-Zone sulla Terra Santa, tanto meno ora che, guarda caso, è tornata la “minaccia di attentati terroristici“. Era un copione che si prevedeva mettessero in atto, sin da quando iniziarono le recenti “rivoluzioni pilotate“, e sempre guarda caso, ma è proprio solo un caso certamente, ad accanirsi con maggior ferocia nei bombardamenti è proprio l’israelita Sarkozy, mentre donna Nirenstein è la più accanita nelle sue invettive di guerra, ovunque abbia spazio per esternare le sue isterie dialettiche.

Intanto, mentre la Libia viene  cosparsa di uranio impoverito dai suoi liberatori, Mahmoud Jibril, un quasi anonimo agente anglo-americano infiltrato per anni nell’entourage di Muammar Al Qadafi quale esperto economico…, dopo vari incontri con Sarkozy e la Clinton, viene nominato capo del governo provvisorio dei ribelli“.

Continua l’applicazione delle direttive per la nuova fase del piano di destabilizzazione e riorganizzazione del pianeta, il massonico “solve et coagula”, secondo l’uso e consumo di quella ben nota setta di “eletti illuminati”.

Noi continuiamo a cercar di scoprir loro le carte, certi che il diavolo faccia le pentole, ma non i coperchi.

(FFP)

Advertisements
This entry was posted in +Archivio Generale - All Posts, Complotti internazionali, Complotti israeliani, Crimini di guerra, Filippo Fortunato Pilato, Forze occulte, Guerra, Israele, Libia, NWO, Palestina, Sionismo, Strategie belliche and tagged . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s