L’ambasciatore della Russia in Libia licenziato per aver chiamato il Presidente Medvedev “un traditore”

L’ambasciatore della Russia in Libia licenziato per aver chiamato il Presidente Medvedev “un traditore”

Arina Morokova Global Research, 24 Marzo 2011 – RuNet
Traduzione di Alessandro Lattanzio – Aurora03.da.ru

Secondo le varie fonti di stampa russe, il motivo per il licenziamento dell’ambasciatore della Federazione russa in Libia – Vladimir Chamov – è stato il suo laconico telegramma al presidente Dimitri Medvedev – dove lo definiva traditore. Questo è accaduto ore prima al voto sulla Libia nella sessione del Consiglio di Sicurezza dell’Onu.
Sulla base delle versioni ufficiali, Chamov è stato accusato di “non aver adeguatamente rappresentato gli interessi russi nel conflitto libico“. Il presidente del Consiglio di vigilanza dell’Istituto di Demografia, migrazioni e sviluppo regionale – Jurij Krupnov – durante un’intervista con il corrispondente del portale “Eurasia“, precisava:
Dal mio punto di vista, vediamo qui alcuni seri disaccordi all’interno della nostra gerarchia, e loro, come dato di fatto, non guardano la Libia in quanto tale, ma alla posizione globale della Russia nel mondo moderno”. “Qualunque cosa si sia verificato con l’Ambasciatore, e a quanto pare ha svolto una certa iniziativa, è probabile che la divergenza di posizioni sia collegata con le divergenze generali riguardanti gli ulteriori sviluppi nel paese in questione“.
Qualunque cosa accada nella situazione attuale relativa alla Libia è, a parere di Krupnov – “una questione relativa al principio di egemonia e all’imperialismo volontario che oggi si sta costituendo in Libia, con la coalizione di Stati Uniti, Gran Bretagna e Francia, abbiamo un po’ la sensazione che non possono gestire senza la presenza della Russia. Pertanto la Russia è in una situazione complessa: o prende la tradizionale posizione millenaria basata su principi tradizionali, o farà un passo a parte – ma poi – dopo la Libia, la Russia si ritroverà come prossimo obiettivo“.
Gli utenti russi di RuNet hanno risposto con una grande ondata di sostegno al diplomatico russo e contro lo trucco sporco impostogli – “almeno abbiamo veri uomini tra di noi! E finché li abbiamo ancora oggi – non perderemo la battaglia! Sosteniamo la persona che ha cercato di fermare la Terza Guerra Mondiale!”.

Fonte: http://aurorasito.wordpress.com/2011/03/25/lambasciatore-della-russia-in-libia-licenziato-per-aver-chiamato-il-presidente-medvedev-un-traditore/

Advertisements
This entry was posted in +Archivio Generale - All Posts. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s