Palestinian flag raised at UNESCO…while Israel bombs the Gaza Strip and demolishes Palestinian homes – Bandiera palestinese issata all’UNESCO … mentre Israele bombarda la Striscia di Gaza e demolisce case palestinesi (Eng-Ita)

The Palestinian flag flies for the first time next to the UNESCO flag in Paris - 13 december 2011

The Palestinian flag has been raised at the headquarters of the United Nations Educational, Scientific and Cultural Organization (UNESCO) for the first time, Press TV reports.

– December 13, 2011 – Acting Palestinian Authority (PA) chief Mahmoud Abbas, who attended the event in Paris on Tuesday, said that joining the UNESCO has been “an important step for Palestinians.”

In addition, Abbas said in a press conference after the ceremony that Israel has to “stop its settlement activities in the occupied West Bank.”

The PA chief added that there should be “peace in the Gaza Strip and the whole occupied territories.”

On October 31, the UNESCO voted strongly in favor of membership for Palestinians. Of the 173 members voting, 107 were in favor, 14 opposed and 52 abstained from vote.

The United States and Israel opposed the move. Washington announced it would cut funding to the UN organization.

The UNESCO is the first United Nations agency that Palestinians have joined since they submitted their bid for full membership at the UN to the Security Council in September.

ITALIANO = La bandiera palestinese è stata issata presso la sede dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura (UNESCO) per la prima volta, come riportato dai servizi giornalistici televisivi di PressTV.

– 13 dicembre 2011 – In una dichiarazione del capo dell’Autorità Palestinese (AP),  Mahmoud Abbas, che ha partecipato martedì alla manifestazione a Parigi, ha detto che l’adesione all’Unesco è stato “un passo importante per i palestinesi”.

Inoltre, Abbas ha detto in una conferenza stampa, dopo la cerimonia, che Israele deve “fermare le sue attività di insediamento nei territori occupati della Cisgiordania.”

Il capo dell’AP ha aggiunto che ci dovrebbe essere “la pace nella Striscia di Gaza, ed in  tutti i territori occupati”.

Il 31 ottobre l’UNESCO ha votato nettamente a favore dell’accettazione dei palestinesi. Nelle votazioni su 173 membri, 107 erano a favore, 14 contrari e 52 astenuti dal voto.

Stati Uniti e Israele contro. Washington ha annunciato di voler tagliare i finanziamenti per l’organizzazione delle Nazioni Unite.

L’UNESCO è la prima agenzia delle Nazioni Unite alla quale i palestinesi hanno aderito, presentando la loro offerta per una piena adesione alle Nazioni Unite, direttamente al Consiglio di Sicurezza nel mese di settembre 2011.

HSN/HGH – PressTV.com

Two Palestinians including child wounded in IOF incursion.

GAZA, (PIC) – December 13, 2011 – A Palestinian child and a man were wounded when Israeli occupation forces (IOF) entered central Gaza Strip on Tuesday morning amidst random firing, local sources said.

They said that a 14-year-old child and a 48-year-old citizen were wounded in the raid to the east of Breij refugee camp, and described their injuries as moderate.

The PIC reporter said that a number of IOF tanks escorted bulldozers in the area and bulldozed lands as the soldiers fired indiscriminately at nearby neighborhoods.

In a similar incident, IOF soldiers in a number of armored vehicles entered into eastern Gaza city and leveled land while firing in all directions.

Local sources said that the IOF units infiltrated 300 meters from the Mintar crossing then started the bulldozing of land.

ITALIANO = Due palestinesi, tra cui un bambino, feriti in un’incursione israeliana (IOF).

GAZA, (PIC) – 13 dicembre 2011 – Un bambino palestinese ed un uomo sono rimasti feriti quando le forze di occupazione israeliane (IOF) sono entrate nel centro della Striscia di Gaza, martedì mattina, sparando a casaccio, hanno riferito fonti locali.

Hanno detto che un bambino di 14 anni ed un uomo di 48 anni sono stati feriti nel raid, a est del campo profughi di Breij, descrivendo le loro ferite come moderate.

Il reporter di PIC News ha detto che un certo numero di carri armati IOF, scortati da bulldozers, si sono introdotti nella zona mentre i soldati sparavano, indiscriminatamente, verso i quartieri vicini.

In un incidente simile, soldati IOF con un certo numero di blindati è entrata dalla parte orientale di Gaza per livellare il terreno, facendo fuoco in tutte le direzioni.

Fonti locali riferiscono che le unità israeliane del IOF si sono infiltrate per circa 300 metri dall’incrocio di Mintar, per poi iniziare il livellamento del terreno.

Palestine-info

BETHLEHEM, (PIC) – December 13, 2011 – Israeli occupation forces (IOF) razed four Palestinian homes in Makhrur area in Beit Jala town to the north of Bethlehem on Tuesday without prior notice, local sources said.

Nadim San’an, the director of Beit Jala municipality, said that the IOF bulldozers knocked down the four old homes, which were recently maintained, adding that famers use those homes when they farm their land.

He pointed out that the owners of the four houses were not notified of the demolition beforehand, adding that the IOF wanted to bar farmers from tending to their lands in the area.

Makhrur is near to the tunnels area which is located between occupied Jerusalem and the Kfar Etzion settlement complex.

ITALIANO = BETLEMME, (PIC) – 13 dicembre 2011 – Fonti locali denunciano che le forze di occupazione israeliane (IOF) hanno raso al suolo, martedì, quattro case palestinesi nella zona Makhrur, nella città di Beit Jala, a nord di Betlemme, senza alcun preavviso.

Nadim San’an, direttore del Comune di Beit Jala, ha detto che i bulldozer del IOF hanno abbattuto le quattro vecchie case, che erano state recentemente restaurate, aggiungendo che i contadini locali usavano quelle case quando andavano a coltivare le loro terre.

Egli ha sottolineato che ai proprietari delle quattro case non è stato notificato nulla prima della demolizione, aggiungendo che l’IOF ha bloccato con barriere gli agricoltori per impedire che possano accudire le loro terre nella zona.

Makhrur è un’area vicino alla zona delle gallerie che si trovano tra Gerusalemme occupata e il complesso insediamento coloniale sionista di Kfar Etzion.

Palestine-info

Advertisements
Gallery | This entry was posted in +Archivio Generale - All Posts, Crimes against humanity, Crimini contro l'umanità, Demolishing Palestinian homes, Demolizione case palestinesi, Gaza, Israele, Palestina, Palestina Occupata, Palestinian State, Sionismo, UNESCO, Zionism. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s