Attacchi Israeliani a Gaza e Cisgiordania: 25 morti, 80 feriti – Israeli Attacks on Gaza and West Bank: 25 dead, 80 injured – (+Video)

*

Attacchi aerei dello stato ebraico fanno strage a Gaza, mentre le forze d’occupazione della stessa entità sionista aggrediscono in Cisgiordania i villaggi di  Nablus, Jenin, Qalqilya, Ramallah e Al-Khalil.

*

*

– 13 marzo 2012 – Potete stare certi che Obama, Clinton, Sarkozy, Cameron non chiederanno alcuna No-Fly-Zone sulla Palestina, nè interventi armati per fermare il sanguinario, razzista e antisemita regime israeliano.

Gli ultimi attacchi aerei israeliani sulla Striscia di Gaza hanno ucciso diversi palestinesi, aumentando il numero di morti, dopo quattro giorni di aggressione israeliana, a 25, mentre i feriti sono 80.

Un raid israeliano ha avuto luogo nella notte tra domenica e lunedi, prendendo di mira un gruppo di cittadini in Tufah, alla periferia est di Gaza. Due i morti.  Un civile è morto sul colpo mentre un altro è deceduto durante la notte in seguito alle sue gravi ferite.

Il portavoce palestinese di Gaza dei servizi di emergenza, Adham Abu Selmiya, ha riferito che nelle prime ore di lunedi mattina, prima dell’alba, altri tre palestinesi, tra cui un ragazzino di 15 anni e due passanti, sono stati uccisi in attacchi aerei israeliani.

Fonti locali riferiscono che quest’ultima incursione ha preso di mira un gruppo di scolari, mentre si recavano a scuola, a nord-ovest della città di Gaza.
Nayef Qarmut, 15 anni, è morto sul colpo, mentre sei altri studenti e alcuni passanti sono rimasti feriti, di cui due, in gravi condizioni, sarebbero poi deceduti in ospedale.

Nel corso della giornata, un altro attacco aereo israeliano ha ucciso un uomo anziano, di 65 anni, e sua figlia, di 30 anni, in un campo profughi nella loro casa a est di Beit Lahia nel nord di Gaza.
Mohammed Al-Hassumi Fayza e sua figlia sono stati uccisi nell’esplosione di un proiettile d’artiglieria pesante, sparato contro un’area densamente popolata dalle milizie dello stato ebraico.

Nel frattempo, gente del posto ha detto che 12 carri armati dell’esercito d’occupazione sionista sono entrati nella zona settentrionale della Striscia di Gaza, in un’ora tarda della notte prima dell’alba di lunedi, attraverso il passo di Beit Hanun (Erez).

Il numero di vittime palestinesi dopo l’aggressione israeliana iniziata venerdì è salito a 25 morti e oltre 80 feriti.

Aerei da guerra israeliani e forze di terra dell’entità coloniale sionista hanno spesso attaccato la Striscia di Gaza dalla fine dei 22 giorni di aggressione a Gaza nel 2008/2009.
La maggior parte delle vittime degli attentati sono civili, inclusi donne e bambini.

Gaza è sotto un assedio israeliano dal 2007, quando il governo democraticamente eletto di Hamas ha preso il controllo del territorio palestinese.

Contemporaneamente a questa operazione militare contro la Striscia di Gaza, le forze di occupazione israeliane, IOF (Israeli Occupation Forces), hanno fatto irruzione in cinque città della Cisgiordania e nei loro villaggi, all’alba di martedì, rastrellando e arrestando dieci cittadini palestinesi.

Con pretestuose giustificazioni, (per la stampa della propaganda sionista e per Claudio Pagliara e servi similari), tra cui l’inesistente “sospetto di partecipazione ad attacchi contro obiettivi israeliani”, sono stati arrestati cittadini palestinesi a Nablus, Jenin, Qalqilya, Ramallah e Al-Khalil.

Fonti della sicurezza palestinese hanno detto che i miliatri dell’entità coloniale sionista d’occupazione hanno fatto irruzione in città della Cisgiordania, villaggi e campi profughi, costringendo gli abitanti ed intere famiglie, donne, anziani e bambini compresi, fuori dalle proprie abitazioni nel cuore della notte, al freddo, mentre le loro case venivano prese d’assalto, violate, devastate, mobili, cibo, vestiti, coperte e suppellettili distrutti.

I soldati, accompagnati da agenti dei servizi segreti israeliani, hanno anche interrogato diversi giovani palestinesi, minacciando le loro famiglie, nella città di Jaba’a.

Tutti questi sono Crimini Contro l’Umanità di cui la colonia giudaica d’occupazione in Terra Santa dovrà rispondere prima o poi. Dio è grande e la Sua giustizia infallibile.

Per concludere, dobbiamo rilevare una recente posizione da parte del governo egiziano, il quale lunedì ha approvato a maggioranza di voti una risoluzione che chiede di espellere l’ambasciatore israeliano dal Cairo.
Il parlamentare dell’Arab Affairs Committee ha raccomandato l’espulsione dell’ambasciatore israeliano, la cancellazione del trattato di Camp David, e di fermare le esportazioni di gas a Israele in rappresaglia per l’aggressione israeliana sulla Striscia di Gaza e la giudaizzazione di Gerusalemme, dove continua l’occupazione di case e aree palestinesi nella Gerusalemme Est, e la pulizia etinca della popolazione araba, sia cristiana che musulmana.

Mohammed Idris, capo della commissione, ha detto che un accordo è stato raggiunto con la presidenza dell’Assemblea per l’invio di una delegazione parlamentare egiziana a Gaza al più presto per rompere l’assedio dell’enclave costiera araba.

Ha detto che la Palestina è la linea di difesa strategica avanzata dell’Egitto, aggiungendo che Israele è il nemico numero uno dell’Egitto e delle nazioni arabe.

Sarebbe utile e doveroso che tali dichiarazioni fossero espresse anche nei confronti del Qatar e Arabia Saudita, che come serpi in seno alle nazioni arabe stanno lavorando al servizio dello stato ebraico e dei suoi poteri finanziari usurocratici ben radicati in USA: essi, Qatar e Arabia Saudita, insieme ad altri stati dell’area Mediorientale, che collaborano attivamente con la NATO e gli USA militarmente contro altre nazioni sorelle arabe, sono il vero nemico interno da cui guardarsi e di cui liberarsi, più pericolosi ancora d’Israele in quanto essi lavorano per la disgregazione araba dall’interno, complice un’artefatta “primavera araba” pilotata dai servizi d’oltre-Oceano e di Tel Aviv.

Filippo Fortunato Pilato
13 marzo 2012 – per TerraSantaLibera.org

page link : http://wp.me/pVY5r-HK

*

Related Articles in English :

1  –  2  –  3  –  4 –  5  –  6

*

Published by TerraSantaLibera.org – HolyLandFree.org

at https://terrasantalibera.wordpress.com/2012/03/13/attacchi-israeliani-a-gaza-e-cisgiordania-25-morti-80-feriti-israeli-attacks-on-gaza-and-west-bank-25-dead-80-injured-video/

*

*

*

Advertisements
Gallery | This entry was posted in +Archivio Generale - All Posts, Attacchi israeliani, Cisgiordania, Complotti israeliani, Crimes against humanity, Crimini contro l'umanità, Filippo Fortunato Pilato, Gaza, Giudaizzazione, Israele, Israeli Crimes, Massacri, Occupazione sionista, Palestina, Palestina Occupata, Primavera araba, Sionismo, Terrorismo, VIDEO, War crimes, West Bank and tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s