I servi di Israele, presenti nel Parlamento italiano, scendono in piazza contro la Siria

*

Non poteva mancare di far sentire la sua stridula e petulante voce, per unirsi al coro della propaganda mediatica contro la Repubblica Araba di Siria, quella vecchia sionista incallita, che si è infiltrata ed insidiata da tempo all’interno delle istituzioni italiane, e che corrisponde al nome di Fiamma Nirenstein.

E’ una vecchia conoscenza. Giornalista di basso livello, della quale nostri corrispondenti, che erano all’interno delle redazioni dei quotidiani ai tempi in cui costei era agli esordi, dicono che viste le sue scarse qualità sia sempre stata scartata per lavori seri e che si sia potuta far strada solo grazie alla solidarietà della sua esclusiva lobby. La ricordiamo soprattutto quindi, non tanto per la sua scadente faziosità letteraria da agit prop della destra sionista (in contrasto apparente con quella della sinistra sionista dei vari Napolitano, Vendola e Fassino),  quanto per tutte le campagne promosse in favore dell’entità criminale che occupa la Terra Santa di Palestina, e per le sue altre attività parlamentari lobbistiche volte a censurare chi esprime la verità, dentro e fuori dal web/rete, sulla reale essenza dello stato ebraico, sulla cultura teocratica che lo sostiene, sulla finanza che lo sponsorizza, e dissenta quindi dalla vulgata ufficiale imposta dalle “vittime eterne”.

Ci ricordiamo di questa anziana sionista (che pare possieda un doppio passaporto italo-israeliano, ma la cui fedeltà è risaputo sia esclusivamente per Tel Aviv) quando insieme ad altri perlamentari più servi di lei, con le kippà radical/yankee di Gianfranco Fini e Marco Pannella in testa, agitava le bandiere israeliane in piazza, a Roma, per reclamare il sacrosanto diritto alla “strage umanitaria” da parte dei suoi correligionari colonizzatori, proprio nello stesso momento in cui questi ultimi bombardavano col fosforo bianco, e altre porcherie chimiche in fase di sperimentazione attiva, la città densamente popolata e assediata di Gaza: circa 1500 le vittime, in meno di un mese di bombardamenti dal cielo, tra gli abitanti arabi palestinesi di quella disgraziata striscia di terra, tra cui circa 500 bambini, altrettante donne, migliaia di feriti e mutilati permanenti. 13 i morti israeliani,  di cui 12 furono vittime del fuoco incrociato amico, cioè “giuicidate”.

Nessuna No-Fly-Zone venne allora invocata da ONU o NATO. Come neppure oggi.

Ci ricordiamo quindi molto bene della perfidia di questa rappresentante della Knesset al Parlamento italiano, la quale mentre questa carneficina era in corso danzava in piazza sui cadaveri ancora caldi della gente di Gaza.
Senza pudore, perchè gli eletti non ne hanno; senza misericordia, nè carità umana nei confronti di tante vite spezzate: sono concetti che non appartengono alla loro formazione culturale e spirituale, messianico spuria.

Ora, lo stesso agente sionista, sta facendo pressioni all’interno dell’associazione dei camerieri di stato italiani, meglio conosciuta come Parlamento della Repubblica, per un intervento armato contro la Siria e Bashar al-Assad.

Tale appello alla mobilitazione politica contro la Siria, può venir lanciato solo grazie all’ignoranza generale e abilmente diffusa dai media italiani, i quali tra televisioni e giornali hanno fatto a gara nel comunicare una falsa immagine dei fatti, omettendo di rendere pubbliche tutte le prove riguardanti i falsi video e le false notizie diramate da CNN, BBC, Aljazeera, Al Arabia, ecc., le quali sono state ampiamente scoperte e svelate da tempo: dai bambini uccisi a Gaza nel 2009, spacciati come vittime di Bashar, ai reportage falsificati dalla CNN, a quelli costruiti in laboratorio da Aljazeera, e via dicendo in una girandola di propaganda e falsità (ai link seguenti sono rintracciabili molti video che ne danno ampia dimostrazione: LINK1LINK2)

Che dire poi degli attentati dinamitardi di Damasco e Aleppo, mai menzionati. Attentati terroristici democratici, favorevoli la pace ed il dialogo?

Tutto documentato inequivocabilmente e verificabile da chiunque online.

*

*

Ma la sionista Nirenstein, senza vergogna e spudoratamente, ma crediamo noi anche con una massiccia dose di personale ignoranza, aiutata da un settarismo ottuso che le impedisce di riconoscere la realtà anche se gliela si sbatte sul naso, continua nella sua missione da buon agente di Sion, ancora in servizio attivo nonostante l’età pensionabile già avanzata.

L’ultima sua bravata è del 20 marzo 2012, dove ha chiamato in piazza a raccolta l’elite filo-sionista presente all’interno del Parlamento italiano. In qualche modo la signora deve pur dimostrare di meritarsi le lodi, e magari anche qualcos’altro, da parte dei macellai di Tel Aviv che contrabbandano armi tramite Al Qaeda in favore dei terroristi e mercenari che da un anno fanno scempio in Siria.

La signora Nirenstein si dimostra quindi apertamente complice di questo disegno criminale, esternato grazie al terrorismo organizzato, il quale vorrebbe, attraverso stragi, minacce e terrore, destabilizzare una nazione sovrana per compiacere interessi esterni: quelli di Israele in primo luogo.

Costei, insieme ai politicanti italiani compiacenti la Israel lobby (in un modo o in un altro, attivamente o passivamente, praticamente tutti), è corresponsabile dell’addensarsi di nubi sulle teste dell’umanità intera, aggredita e minacciata ogni giorno di più dalle guerre d’aggressione per il NWO sionista, ora definite “guerre umanitarie”.

Israele possiede centinaia di testate nucleari, incontrollabili, delle quali molte, per ammissione di responsabili militari e tecnici israeliani stessi, puntate verso l’Europa, ma continua a minacciare ed istigare guerre d’aggressione nei confronti di nazioni che non hanno mai minacciato l’Europa, arrivando a organizzare, armare e sovvenzionare gruppi di terroristi internazionali, come avviene in Siria.

Purtroppo, sia la malafede che menti ottenebrate, sin dall’infanzia, da una delle più mistificanti e perfide culture esclusiviste ed razziste che la storia umana abbia mai conosciuto, permettono che, grazie ad un sistema mediatico totalmente asservito, si dia credito alle menzogne e si stravolga offuschi la verità.

Questo spazio web è colmo di prove, articoli, video, a prova di quanto detto.

Quello a seguire è invece il testo della lettera/appello per la manifestazione, già avvenuta, indetta da Fiamma Nirenstein.

“Roma, 15 marzo 2012

Caro collega,

tutto il mondo civile non ne può più di vedere le immagini di quello che accade in Siria, dove un tiranno alla fine dei suoi giorni, sostenuto da  una rete di alleati e complici, tortura e uccide impunemente i suoi stessi cittadini.

Quanti uomini, donne e bambini devono ancora morire in Siria prima che qualcuno dica basta? In un anno sono già 8000 le vittime civili trucidate dal regime di Bashar al Assad e l’Onu ha trovato solo il coraggio di dire che si tratta di un “uso sproporzionato della forza”. La comunità internazionale è paralizzata da veti incrociati e da vergognosi calcoli di convenienza, i media sono pigri e assuefatti al peggio.

Eppure per la gente comune di tutto il mondo è chiaro che in Siria si sta compiendo una strage quotidiana di civili inermi che vengono trucidati per allungare la vita ad uno dei regimi più feroci e sanguinari del Medio Oriente.

La gente comune sa che il senso di umanità e di compassione, la difesa dei diritti umani, la tutela della vita vengono prima di qualsiasi altra considerazione politica o strategica e già da tempo sono sufficienti per dire: basta! Bisogna togliere a Bashar al Assad la licenza di sterminare il suo popolo.

Questa tragedia ci mette in lutto, addolora e affligge le nostre vite e le nostre giornate. In particolare noi parlamentari sentiamo il dovere di rappresentare il disgusto e la protesta del popolo italiano, ed è per questo che una nostra particolare manifestazione può aiutare a risvegliare le coscienze italiane ed europee. Dunque,  questo lutto noi parlamentari lo vogliamo indossare ed esibire per un giorno almeno e lo vogliano fare in Piazza San Marco, a pochi passi dall’Ambasciata della Siria a Roma, dove la bandiera insanguinata di quello sventurato paese sventola proprio davanti al Campidoglio nella generale indifferenza.

Dunque i parlamentari italiani di ogni parte politica si incontreranno in silenzio, con indosso un segno nero di lutto, martedì 20 marzo alle 18.30 in Piazza San Marco, a poche centinaia di metri dall’Ambasciata di Siria, per piangere le vittime siriane e chiedere che Bashar Assad venga fermato dall’azione internazionale.

On. Fiamma Nirenstein”

* stessa lettera in formato PDF

Essendo una convocazione per una manifestazione pubblica indetta da parlamentari eletti della Repubblica, è doveroso e lecito che il popolo sovrano prenda atto e sappia ciò che tali suoi rappresentanti dicono e compiono in suo nome. Ogni tentativo di limitazione alla divulgazione di tali atti è da riteneresi nullo e se dovessimo essere perseguitati in merito, sapremo dare pubblica battaglia, la quale darà solo maggior risalto a questa truffa e speculazione contro gli interessi italiani.

Intanto consigliamo a tutti di copiare, ripubblicare e divulgare l’informazione in merito a tale iniziativa rivolta ai parlamentari italiani, i quali invece di occuparsi di questioni importanti per il paese, nell’attuale situazione di gravità e crisi per la maggioranza delle famiglie italiane sotto attacco da parte dell’usurocrazia internazionale (la stessa setta cui appartiene madama Nirestein) interessata a far manbassa delle ricchezze nazionali, si occupano di far da portaborse per una lobby che cura esclusivamente interessi stranieri ed in contrasto con quelli italiani.

Quand’è che l’Italia smetterà di essere serva e di sprecarsi in guerre che non solo la impoveriscono finanziariamente ed in vite umane perse, ma che la pongono sul banco degli imputati della storia, che non è fatta dalle balle che ci racconta questa falsa giornalista, raccolte sui media di servizio della sua setta, ma da Verità verificabili. E riguardo alla Siria, a differenza dei mestatori politici di mestiere, siamo in possesso di tutte le prove necessarie, video-foto, per poter smentire chiunque.

Vergognati Fiamma Nirenstein, alla tua età continuare a diffondere odio: te l’hanno mai detto che chi semina zizzania raccoglie tempesta?

Bashar Wabas per SyrianFreePressNetwork

at http://wp.me/p1P9ia-Pn

*

Reloaded and Published by TerraSantaLibera.org Network

at http://wp.me/pVY5r-Jt

*

*

*

Advertisements
Gallery | This entry was posted in +Archivio Generale - All Posts, Al-Qaeda, Aljazeera, Attacchi israeliani, Banksters, Bashar Wabas, Complotti, Complotti israeliani, Conspiracy, Cospirazioni, Crimes against humanity, Crimini contro l'umanità, Crimini dello Stato Ebraico: PIOMBO FUSO, 2008-2009", Damasco, Damascus, Fiamma Nirenstein, Guerre per il NWO, Israel lobby, Israele, Israeli Crimes, Libia, Palestina, Siria, Terrorismo, Usurocrazia, VIDEO, War strategy, Western Countries, Zionism and tagged , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

One Response to I servi di Israele, presenti nel Parlamento italiano, scendono in piazza contro la Siria

  1. rudolf27 says:

    Totalmente condivisibile sia la lettera di TerraSantaLibera.org che di Bashar Wabas.
    Ricordiamo che la minoranza affaristico-religiosa di cui la nirenstein fa parte ha le mani lorde di sangue innocente. Anzi, sopravvive quasi esclusivamente come cane da guardia degli interessi filo-sionisti.
    Tra centinaia di fatti di una gravità inaudita, Vorrei qui rammentare la sporca vicenda che ha coinvolto un anziano di quasi 90 anni (all’epoca dei fatti), costretto, assieme a tutto il tribunale giudicante ad essere sequestrato e tenuto in ostaggio da una cricca di pseudo-terroristi da quattro soldi dell’estremismo sionista, di cui son bene noti i complici. Tramite gli zerbini collocati nel sub-governo peninsulare e nell’amministrazione italiota hanno organizzato un golpe giudiziario, annullando con provvedimento governativo il verdetto di non punibilità ed imponendo un ergastolo illecito, illegittimo e moralmente abietto. Quindi, nessuno stupore per le attività degli pseudo-eletti.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s