EuroGendFor operativa nel silenzio più totale

*

Eurogendfor operativa nel silenzio più totale.

E’ l’esercito privato della Ue, qualcuno ha definito l’Eurogendorf un nuovo Kgb al servizio di sei nazioni.

– R.C.- 20 luglio 2012-  Il quartier generale di questa speciale task force di 3000 uomini, compresio il personale amministrativo,  si trova a Vicenza, Italia. L’ex ministro della Difesa francese Alliot-Marie ha iniziato la formazione di questa truppa, dopo le sempre più comuni forme di battaglie di strada e saccheggi provocati da giovani in Francia.

L“EuroGendFor” è allo stesso tempo, polizia, polizia giudiziaria, esercito e servizi segreti, secondo quanto concertato nel Trattato di Velsen.

Una forza pre-organizzata, robusta e rapidamente schierabile, composta esclusivamente da elementi delle forze di polizia con status militare, al fine di svolgere tutti i compiti di polizia nell’ambito delle operazioni di gestione delle crisi.

Una polizia europea che può contare su 800 militari pronti ad intervenire in qualsiasi momento  e una riserva di 1500 uomini, unisce, come si è detto poteri di forze dell’ordine, polizia giudiziaria, intelligence ed esercito, non è sottoposta alla magistratura dello stato in cui viene chiamata ad operare, quindi nessun tipo di restrizione o di controllo.

Infatti l’articolo 21 del trattato di Velsen prevede “l’inviolabilità dei locali, degli edifici e degli archivi di Eurogendfor”.

L’articolo 22” immunizza le proprietà ed i capitali di Eurogendfor da provvedimenti esecutivi dell’autorità giudiziaria dei singoli stati nazionali”.

L’articolo 23 prevede che tutte le comunicazioni degli  “,ufficiali di Eurogendfor non possano essere intercettate”.

“Missions and tasks”, questa la sua funzione,  la milizia europea potrà agire anche in sostituzione delle polizie dei singoli stati, una sorta di struttura militare sovranazionale che potrà agire nella più totale libertà e che, al termine dell’ingaggio, dovrà rispondere delle sue azioni al solo comitato interno, in pratica un assalto alla democrazia dei singoli stati sovrani.

Le emergenze gestite da un regime di polizia militare, che non agisce in contesti esclusivi di guerra.

E’ forse eccessivo evocare spettri quali il Kgb sovietico o l’Ovra fascista, ma l’uso ti questa forza, come del resto è già avvenuto in Grecia, per sedare manifestazioni di cittadini esasperati dalla crisi, non pare una soluzione auspicabile, a meno che Eurogendord non sia stata creata proprio per questo scopo, dubbio legittimo.

Ma quello che lascia basiti è il totale silenzio mediatico sulla questione, il fatto che nessuno riporti che dal 2014 l’Arma dei Carabinieri non esisterà più o sarà del tutto ridimensionata come compiti e come uomini, che proprio la stampa italiana, stato che ospita il quartier generale della polizia europea, taccia su tutti i fronti, con l’inevitabile risultato che l’opinione pubblica sia all’oscuro e che prenda coscienza di uno status irreversibile e inquietante quando potrebbe essere troppo tardi.

*

*

Da http://www.eurogendfor.org/

    The European Gendarmerie Force (EGF) is an initiative of 5 EU Member States – France, Italy, The Netherlands, Portugal and Spain – aimed at improving the crisis management capability in sensitive areas. Since Wednesday, 17th December 2008, the High Level Interdepartmental Committee Meeting (CIMIN) decided to welcome the Romanian Gendarmerie to become a full member of the EGF. Therefore the EGF consists from that moment of 6 member states.

    EGF responds to the need to rapidly conduct all the spectrum of civil security actions, either on its own or in parallel with the military intervention, by providing a multinational and effective tool.
    The EGF will facilitate the handling of crisis that require management by police forces, usually in a critical situation, also taking advantage from the experience already gained in the relevant peace-keeping missions.
    Based in Vicenza in the “Generale Chinotto” barracks, the EGF HQ is now developing a comprehensive and coherent operational system, which will permit to be ready in case of prompt deployment to crisis areas.
    EGF goal is to provide the International Community with a valid and operational instrument for crisis management, first and foremost at disposal of EU, but also of other International Organizations, as NATO, UN and OSCE, and ad hoc coalitions.

*

*

Segnalazione web di Paolo S.

Fonti:

http://www.articolotre.com/2012/07/eurogendfor-operativa-nel-silenzio-piu-totale/99704

http://www.eurogendfor.org/

*

Link a questa pagina:

per TerraSantaLibera.org

*

*

*

*

*

Advertisements
Gallery | This entry was posted in +Archivio Generale - All Posts, Complotti, Eurogendfor, Plots, War strategy and tagged , , , . Bookmark the permalink.

2 Responses to EuroGendFor operativa nel silenzio più totale

  1. Federico says:

    Una mezza specie di SS Europee.

  2. rudolf27 says:

    Non solo il silenzio stampa ha queste motivazioni, ma il silenzio di quella che ancora è l’arma dei Carabinieri fa riflettere, dopo una annosa lotta per ottenere l’inutile status di 4a forza armata: evidentemente le prebende per i capi e capetti che transiteranno nel corpo di soppressione hanno sortito il loro effetto, con buona pace della tiritera ipocrita dell’attaccamento al Popolo e alle Tradizioni.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s