Il progetto di ‘Sostituzione Etnica’ pianificato dall’ONU

This gallery contains 4 photos.

Secondo l’ONU, nel 2050 almeno 20 milioni della popolazione italiana dovrà essere composta da immigrati. Non è una semplice previsione, ma un progetto scritto nero su bianco di cui vediamo ogni giorno un passo in avanti.

L’ossessione del governo PD per lo ius soli, che è solo uno dei vari tasselli del puzzle, s’inserisce in questa manovra di sostituzione etnica. Per questo figure come la Boldrini & soci sono stati catalputati dall’ONU ai vertici delle istituzioni.

Il disegno non riguarda tuttavia la sola Italia, ma è un progetto d’ingegneria sociale che l’ONU e gli organismi internazionali pianificano per l’Europa intera. La scusa è che in questo modo si contrasta il “crollo demografico di cui è preda l’Occidente”. Ma la crescita demografica in sé non è affatto sinonimo di ricchezza e progresso, altrimenti l’Africa non sarebbe l’Africa… … … Continue reading

Gallery | Tagged , , , , , , | Leave a comment

Come Netanyahu libera Israele dagli immigrati neri: Idee per Minniti…

This gallery contains 1 photo.

(di Maurizio Blondet, 29/11/2017) ~ Qualche giorno fa un giornale italiano, di quelli “di destra”,  invitava Minniti ad adottare il metodo  Netanyahu per liberarsi de migranti, profughi o clandestini africani.   Sarei curioso di vedere se i media, i nostri partiti e l’Europa  – che dico? L’ONU  –  manterrebbero   il rispettoso silenzio che  tributano ai metodi israeliani.  Ne ha parlato Haaretz in un’inchiesta.

Secondo, Sion ha risolto il problema di rimandare questi disgraziati in Africa: non al  loro paese, ma in Ruanda e Uganda.  Netanyahu ha stretto un accordo con questi due paesi: i quali  hanno accettato di “accogliere” , dietro pagamento  – da parte di Israele –  di 5 mila dollari a profugo.    Gli eritrei beccati e detenuti lo fanno – come dubitarne? – su base volontaria, mica costretti. Semplicemente,  i  commissari ebraici addetti alla lotta contro l’immigrazione clandestina  pongono ciascun prigionieri  davanti al dilemma: o restare  qui  nel centro di detenzione per sempre (ce n’è uno enorme nel deserto del Negev a Holot) a godere della generosa ospitalità carceraria talmudica, o  spiccare il volo per il Ruanda, dove (viene loro promesso) avranno un permesso di soggiorno e di lavoro.

“Appena arrivano all’aeroporto di Kigali in Ruanda”, racconta Birger, “gli espulsi si vedono confiscare la sola documentazione   di cui dispongono, il lasciapassare che gli israeliani hanno consegnato loro all’imbarco.  Li rinchiudono in certe camere d’albergo, poi li si informa che devono lasciare il paese al più presto.  I ruandesi li affidano a trafficanti che, dietro pagamento di centinaia  (talora migliaia)   di dollari li trasferiscono in Uganda, poi li contrabbandano nel Sud Sudan, da lì in Sudan, e  di là in Libia, dove- promettono- potranno tentare di raggiungere l’Europa”… … … Continue reading

Gallery | Tagged , , | Leave a comment

German Analysts Stats: “Rates of Sexual Offenses Increase Significantly in the Vicinity of Asylum Centers”

This gallery contains 5 photos.

A group of German activists have carried out a study which found that rates of sexual offenses increase significantly in the vicinity of asylum reception centers, Germany’s Journalistenwatch news portal reported.

A group of German activists called XY Einzelfall have has used Google Maps to establish a link between the presence of asylum seekers and sexual violence, Germany’s Journalistenwatch news portal reported.

The analysts used reports from local media, mainstream media and the police to compile a map of crimes across Germany, including sexual assault, attempted rape, robbery and criminal assault. The map shows the town in which the attack happened but it doesn’t mark the exact spot. These crimes were then compared with another map showing the location of Germany’s asylum reception centers. Comparison of the two maps appears to reveal correlation between the presence of an asylum reception center and the proportion of sex offences in the vicinity of the center.

Within a two kilometer radius of an asylum reception center, there was an average of 476 reported sex crimes, or 21.82 percent of all the crimes reported. Within a ten kilometer radius there were 11,154 reported sex crimes, or 15.80 percent of all the crimes reported.

The data appears to show that the proportion of sex offenses declines further away from asylum reception centers. Within a radius of ten to 15 kilometers from asylum centers the proportion of sex crime falls to 8.53 percent. Between 40 and 50 kilometers away from asylum reception centers, the proportion of sex offenses falls to just 1.19 percent…>>>…>>>… Continue reading

Gallery | Tagged , , , , , , | Leave a comment

“World Poverty, Immigration and Rubber Balls”: why mass migration will never give benefits to any country

ENG ~ This 6 minute video talks about world poverty, immigration and rubber balls. Simply and dramatically, it explains why mass migration will never give benefits to any country. The video talks about the American situation, but the same reasoning must apply to Europe and all over the world.




ITA ~ Il seguente video di 6 minuti parla di povertà mondiale, immigrazione e palline di gomma. Semplicemente e drammaticamente, ci spiega perché l’immigrazione di massa non potrà mai dare benefici a nessun Paese. Il video parla della situazione americana, ma lo stesso ragionamento va applicato per l’Europa e in tutto il mondo.


Video | Posted on by | Tagged , , , , , | 1 Comment

No screams and tears of outrage in the Western media for these angels massacred in Aleppo [by the Obama administration’s moderate terrorists]


aleppo-kid-killed-by-terrorist-attack-4x1x400

This is Zeinab Skheta, Imad Bistani, Fatma Sheikho and Mona Naassan. They were killed on Sunday morning, in Syria’s Aleppo, alongside 6 other schoolchildren, when the “moderate rebels” backed by the Obama administration fired mortar shells into their classroom.
(Photos by Sarah Ab)

Image | Posted on by | 2 Comments

Who Are the Zionist-Jews of the Trump Team?


RELATED (Italian):
Nuovi e vecchi ‘loro’ attorno a Trump…
…tanto vale imparare a conoscerli


NOTE: The contents of this article are of sole responsibility of their authors. The team and the editorial staff of TerraSantaLibera do not necessarily subscribe every point of view expressed and are not responsible for any inaccurate, incorrect or offensive statement in this article. Complaints and corrections (verifiable) will be welcomed and accepted. Copyright owners can notify their claims to us, and the verified contents will be removed.


Image | Posted on by | Tagged , , | 2 Comments

La “strana guerra” di Bruxelles contro Daesh


Gli attentati terroristici a Bruxelles, rivendicati da Daesh, e la liberazione di Palmira dai terroristi da parte dell’esercito siriano mercoledi’ e giovedi’. Due eventi che hanno avuto luogo in continenti diversi ma simbolicamente vicini l’uno all’altro.


 

Video | Posted on by | Tagged , , , , , , , , , ,