Israele, ‘racconti horror’ di ex soldato su atrocita’ di esercito occupazione

Amnon Neumann ha confessato di aver partecipato alle operazioni di uccisione ed espulsione dei civili palestinesi dai loro villaggi nel sud della Palestina occupata.

TELAVIV – 4 gennaio 2012 – Un ex militare dell’esercito israeliano ha raccontato le atrocità commesse, la pulizia etnica e i massacri perpetrati contro i palestinesi durante l’invasione del 1948.

In un video-testimonianza trasmessa dal canale satellitare Press Tv, Amnon Neumann ha confessato di aver partecipato alle operazioni di espulsione dei civili palestinesi dai loro villaggi nel sud della Palestina occupata.

Nell’ammettere i suoi crimini, Neumann ha ammesso di aver partecipato, direttamente e non, nell’uccisione dei civili, la distruzione dei villaggi e nell’esodo forzato di uomini, donne e bambini.

“Era molto chiaro. Noi siamo arrivati qui per ereditare la terra. Da chi la ereditate? Se la terra è vuota, da nessuno. Ma la terra non era vuota quando siamo venuti” ha dichiarato.

Il veterano israeliano ha detto che dietro i massacri dei palestinesi nel 1948 c’era l’deologia sionista. L’occupazione della Palestina da parte dell’entita’ sionista nel 1948, nota come il ‘Giorno della Nakba’ o il ‘Giorno della Catastrofe’, ha costretto circa 700.000 palestinesi ad abbandonare i loro luoghi di nascita trovando rifugio in altri paesi.

Fonte: Italian-Irib

Advertisements
Gallery | This entry was posted in +Archivio Generale - All Posts, Attacchi israeliani, Crimes against humanity, Crimini contro l'umanità, Giudaizzazione, Guerra coloniale, Israele, Occupazione sionista, Palestina, Palestina Occupata, Sionismo, Zionism. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s